Crea sito

Tra patate e letame

E-mail Stampa PDF

Abbiamo passato mezza giornata ad aiutare un amico a seminare patate in un pezzetto di terra, circa 30 mq, lasciando da parte Fukuoka, Hazelip e biologico in genere, dato che il terreno non è nostro e che non ci andava di "portare il verbo" come dei testimoni religiosi.
Ogni occasione è buona per imparare qualcosa, ogni posto può sollecitare nuove intuizioni, perciò abbiamo smesso le nostre scarpine fighette e abbiamo inforcato gli stivali di gomma, per immergerci in questa avventura fra patate, terra e letame.

Il terreno in questione si presentava incolto, perciò abbiamo proceduto ad una veloce ripulitura a mano, raccogliendo le erbe spontanee ( fra esse, farinaccio, galinsoga, tarassaco) per darle alle galline. E davvero impressionante notare come la natura, lasciata libera di determinarsi, tenda a costruire strutture complesse e, apparentemente, disordinate, molto diverse dagli orti classici "settoriali".
L'erbaccia è stata raccolta in vecchi sacchi di pellet raffigurati nella foto sottostante (insieme alla roncola di Sele, pericolosamente fatta roteare dalla nostra, per l'abbattimento dei fusti più arcigni).

 

Erbaccia in vecchi sacchi di pellets

 

Lo zio di Sele ha poi proceduto a lavorare il terreno con il motocoltivatore, rendendo la terra morbida e liscia, ma sconvolgendo gli strati naturali del terreno dove si forma l'humus.

 

Terra lavorata

Abbiamo quindi tracciato i solchi con una zappa seguendo la direttrice indicata da un cordino teso fra 2 picchetti, abbiamo seminato le patate (o pezzi di essa) ponendo gli "occhi" verso l'alto per facilitarne la nascita. La distanza della patata sulla fila era di circa 40 cm, mentre la distanza fra le file di circa 60 cm.
Qui è entrato in gioco il letame bovino, una massa fetente e verminosa di stallatico pronta ad arricchire il terreno provato dalla lavorazione e a velocizzare la crescita della patata.
Armati di pala e forca, i nostri eroi si sono avventurati nella posa dello "stronzo" benefico fra una patata e l'altra, cercando di rompere eventuali blocchi troppo compatti di "merda" ( in questo caso lo stallatico mi sembrava troppo giovane, ma io non ho l'occhio clinico, quindi...).

Carriolata di cacca Arriva un bastimento carico...carico...di...

Ed ecco i solchi tracciati e riempiti, che sono stati poi ricoperti di terra con un rastrello e lasciati alle abili cure della recente pioggia.

Semina della patata Solchi con patate e letame
Ultimo aggiornamento Mercoledì 06 Febbraio 2013 12:18  

Commenti  

 
0 # Pantdraro 2020-07-08 07:22
viagra con marihuana NusLuscund Cialis Hixtriadia Achat Levitra Medicament Telona cialis online reddit MaroDesyDese Seismic Loop Keflex
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

ABOUT LANDESCAPE

Una raccolta di idee verdi, ricette semplici, conoscenze contadine e del passato.. tutti gli ingredienti per accelerare insieme verso una decrescita consapevole. Le nostre ultime scoperte le trovate in homepage, tutto il resto è nel blog, suddiviso per categorie (cucina, faidate, agricoltura, riflessioni)!

..NEWS LETTER..

Iscriviti alla nostra news letter per sapere quando un nuovo articolo viene pubblicato! (non useremo il tuo indirizzo per inviarti spam!)








Italian - Italy


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...