Crea sito
Home The Land's Blog ... Diamoci da Fare... Esperienza Pecora Nera Parte II: non è MTV

Esperienza Pecora Nera Parte II: non è MTV

E-mail Stampa PDF

Fuori dalla casetta ci aspettano Devis e Giovanni (facendo un po' lo psicologo di Buona Domenica, credo Mtv non c'entrache abbiano pensato:" Sono giovani, ci avranno conosciuti tramite MTV. Chi appariva nel documentario di MTV? Noi! Bene! Andiamo avanti, ché almeno vedano 2 facce conosciute".) Molto emozionati ci presentiamo ed entriamo nella casetta di legno: una costruzione dall'aspetto curioso e rustico, un interno perlinato, dal sapore caldo e accogliente. Dentro ci aspettano Claudia, la compagna di Giovanni, Daniele, il maitre-à-penser di Pecora Nera, e Monica, la fidanzata di Devis.


Affamati dal viaggio ci scofaniamo una dose di polenta e pomodori freschi (a chilometri 0, dato che provengono dalla serra che affianca la casetta) e rispondo (Sele all'inizio era un po' intimidita) al fuoco di fila di domande che ci giungono da più parti. Rimangono stupiti nel sentire che non li abbiamo conosciuti tramite la televisione ma tramite Internet (grazie Silvio per aver cambiato la nostra cultura.).

Dopo l'abbuffata, ci prendiamo un po' di tempo per mettere a posto le nostre cose nella stanza "matrimoniale" che ci aspetta al secondo piano della casetta: non ci sono porte a dividerla dall'altra stanza (ma coperta e chiodi fanno il loro) ma non ce ne curiamo essendo troppo esaltati per l'inizio dell'avventura.

Chiedo a Devis quando si comincia, lui :" Domani mattina". Dovete sapere che le ore di lavoro richieste sono 4/die e solitamente si svolgono tutte la mattina (anche se la faccenda è vissuta con grande elasticità: ognuno fà quel che si sente di fare e si fà ciò che c'è da fare).
Decidiamo allora di fare un piccolo "tour" per i possedimenti pecoraneriani, e rimaniamo stupiti nel vedere un terreno uniforme frammentato in tanti piccoli appezzamenti di proprietari differenti. Ma così funziona in Friuli, anzi in Carnia, e noi ci adeguiamo in fretta all'idea.
Un bel piano seminato a mais, fagioli fra migliaia di piccoli trifogli; un'altra zona di fagioli che si inerpicano su bastoni messi a "teepee"( la foto non è del campo di Raveo, in realtà non abbiamo fatto foto per assenza di batterie); i bancali invasi da qualsiasi tipo di erba ci confondono un po' le idee: sicuramente non si tratta del classico orto precisino diviso a zone con file disegnate col goniometro, ma di un brulicare vivido e naturale di "caos controllato".Fagioli sui teepee

Naturalmente salta fuori un lavoretto già nel primo pomeriggio, così io e Sele prendiamo forconi e carriola, per trasportare la paglia nella "zona Daniele" dove pacciamiamo gli interfila del mais per proteggere le future piantine di orzo. In realtà avremmo dovuto anche mettere del letame, ma Daniele, dopo avergli dato un'occhiata, ha decretato la sua inutilizzabilità : troppo compatto, il letame maturo è farinoso.

Accogliamo l'altro ospite, un coraggioso milanese di nome Giacomo che si è sorbito il viaggio in mezzi pubblici.

Incominciamo a prendere dimestichezza con i nostri ospitanti, che rimangono forse stupiti dalla mia tendenza a far battute su qualsiasi cosa e ogni tanto abbozzano un sorriso di pietà, e ci prepariamo per la cena a base di non-ricordo-cosa ma sicuramente c'era della polenta. Il "menu" non è molto vario dato che si mangiano quasi totalmente prodotti dell'orto, ma questa circostanza ci ha fatto aguzzare l'ingegno (mio ma soprattutto di Sele) nell'ideare nuove pietanze. Devis, ma soprattutto Giovanni, sembrano entusiasti nel vedere la nostra propensione per la cucina; così inizia uno strano processo di "inversione dei ruoli": "noi" a preparare da mangiare e "loro" ad assaggiare i nostri manicaretti come ospiti di un agriturismo ( mi ricorda qualcosa...).

Beh il discorso si sta facendo lungo, meglio continuare domani. Ci sarà una parte III (un po' come il padrino ma con meno omicidi).

Ultimo aggiornamento Domenica 02 Settembre 2012 14:26  

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

ABOUT LANDESCAPE

Una raccolta di idee verdi, ricette semplici, conoscenze contadine e del passato.. tutti gli ingredienti per accelerare insieme verso una decrescita consapevole. Le nostre ultime scoperte le trovate in homepage, tutto il resto è nel blog, suddiviso per categorie (cucina, faidate, agricoltura, riflessioni)!

..NEWS LETTER..

Iscriviti alla nostra news letter per sapere quando un nuovo articolo viene pubblicato! (non useremo il tuo indirizzo per inviarti spam!)








Italian - Italy


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...